↓ Archivi ↓

Archive → dicembre, 2010

Editoriale n.8 – Focalizzare!!

Oggi il rituale prevede lo scambio di auguri di fine anno, ma una razza scaramantica come lo sono molti runner, potrebbe non ben recepire tali auguri, se non tastandosi gli ammennicoli.

La funzione dell’augurio rimane comunque il gesto di una persona che rivolge al diretto interessato, in modo che ne tragga un positivo atteggiamento e un conseguente risultato positivo.

Quindi al fine di perseguire tale scopo, mi permetto di suggerire una parola, una sorta di mantra:
FOCALIZZARE!

Detta così, ad alcuni di Voi farà istintivamente strizzare gli occhi come per cercare qualcosa nella profondità remota di chissà quale orizzonte, ma non è così!

Se Vi ostinate a guardare il 2011 in tutta la sua lunghezza, esso apparirà, né più né meno, come una gara di fondo costituita da distanza fatta a decadi chilometriche.

Bisognerà invece sforzarsi di distinguerne i dettagli più infinitesimali che lo costituiscono, e non solo perché sono i dettagli che caratterizzano la bellezza dell’assieme, ma perché è il nostro ego che è naturalmente portato ad affrontare qualsiasi cosa costruendo opere monumentali, concretizzando di fatto ciò che di grande appariva solo nel nostro immaginario.

Per fare il Colosseo, non hanno preso una montagna grande e l’hanno scolpita sino ad ottenere il secolare monumento, immaginate la fatica!!
Invece hanno messo assieme tutta una miscellanea di persone, progetti, materiali, e tutto il necessaires (in Francese) per costruirlo con tutto il tempo che serviva.

In linea di massima occorrono quasi 1000km di corsa per gareggiare bene in 42 di Maratona!
Ma chi di Voi riuscirebbe ad avere un atteggiamento mentale proteso a farsi tutti stì km prima della gara?Pochi, presumo.

Gli stessi km però, centellinati a dovere in una qualsiasi tabella, ci aiutano ad avvicinarci in maniera sicura e ponderata al giorno dello START.

Quindi, e in buona sostanza, trovo sia di ottimo auspicio raccomandarvi di FOCALIZZARE i vostri obbiettivi 2011, al fine di ottenerne dei benefici positivi, difficilmente ottenibili, se vi mettete in testa di percorrere 1000km in una volta sola.

Buon 2011km ragazzi! 😉

Un anno di corsa by Dora

Editoriale n.07 – Auguri di cuore

Mi sembrava doveroso non saltare anche questa settimana, l’editoriale settimanale che, a causa di gravosi impegni lavorativi, mi hanno impedito la stesura su argomentazioni quali l’Inverno imminente, e la ormai sorpassata polemica sulla massiccia presenza di atleti africani “pigliatutto” nelle nostre gare internazionali.

Come stile in genere, tendo a non porre la mia persona, e le mie questioni personali nella stesura di questo articolo, ma ritengo che la mia esperienza personale che sto affrontando in questi giorni, possa essere di giovamento a chi possa aver perso la motivazione nel compiere il gesto più naturale ed antico del mondo : la corsa.

Ritengo quindi di tralasciare certi dettagli, un po’ per pudore, un po’ per non cadere nel patetico, limitandomi a citare semplicemente la “fortunata” coincidenza che ha condotto a distanza di un giorno l’uno dall’altro, mia madre e mio suocero ricoverati d’urgenza all’ospedale, e tutt’ora in attesa chi dell’operazione, chi della diagnosi incerta.

Tutto la propria quotidianetà da riorganizzare quindi, il tutto emotivamente amplificato dalle correnti feste Natalizie.

Il tutto un pò pesa, lo faccio, lo voglio fare, lo devo fare, ma faccio fatica.
Fatica perché poi le energie emotive si esauriscono a breve, non avendo la possibilità di fatto di rinnovarle, tanto sei occupato in tutto ciò.

Eppure il rimedio c’è!
Ieri avevo il morale sotto le suole, demotivato ai minimi storici, con un Natale più fastidioso del solito quest’anno.
Non ho fatto altro che indossare la mia tenuta di corsa e prefiggermi di correre un’ora.

L’ho fatto con le cuffie e I-pod, per timore di sentire un rumoroso fiatone sviluppato con 2 settimane di fermo in pratica, ma le sensazioni che provavo metro dopo metro erano semplicemente indescrivibili.

Rinascevo sostenuto da un impeto che forse provo quando sono in gara.
Ero costantemente attraversato su tutto il corpo da un formicolio che mi rivitalizzava il cervello, conferendomi quella positiva arroganza di affrontare freddo, pioggia, fatica senza curarmene.

Per poi non parlare di come molto POSITIVAMENTE, ho affrontato la visita in ospedale, spiegando a miei in modo semplice, cosa si dovrà affrontare nei prossimi giorni come iter ospedaliero.

Ora a me và meglio dopo la corsa di ieri, e quindi non voglio dilungarmi su di me, ma a costo di fare la figura del paternalista, vi esorto a correre, continuare a correre, ri-cominciare a correre.

Non importa se per pochi minuti o per delle ore, se per un km o per decine di essi, se lento o veloce ma FATELO!

Ritagliatevi un fetta del vostro tempo quotidiano per farlo, bastano solo 45’, se proprio vi serve un numero.

Sembra che lo facciate por Voi, ma in verità gli effetti positivi si rifletteranno anche su gli altri.
Chi di noi non si sente meglio predisposto ad affrontare una persona sorridente, come un runner, in luogo di un sedentario triste?

Le motivazioni poi sono tante, e nell’ambito della nostra community, ora ospite del grandioso lavoro di Valerio, ne troverete a bizzeffe, me ne sono reso conto ieri vedendo la graziosa slide della Dora.

Correre è un investimento a lungo termine, forse non arriverete oltre i 100 anni, ma li vivrete meglio.

Correre dovrebbe far parte della vita di ogni individuo, perché comporta tutto un corollario di questioni quali cuore, alimentazione, mobilità, che sono sin TROPPO trascurate oggigiorno, a scapito di una pessima qualità della vita.

Spero di non avervi fatto impensierire più di tanto, e in linea su quanto esposto prima, Vi esorto a cominciare a delineare gli obbiettivi dell’anno nuovo, Vi voglio velociosi e kilometrici sin dal primo di Gennaio, e Vi auguro quindi BUONE FESTE a tutti quanti, inclusi i NON Maratoneti!

🙂

BUON NATALE!!!!

Lo so, ultimamente sono stato assente, e non solo nelle corse. Mi sono perso parecchie cose, importanti e non. Sorry, è un periodo un po’ così. Lavoro, casini salute non ottimale.

Vi confesso inoltre che non mi sono ancora adattato a questo blog, non mi ci trovo, e sull’altro .com ho l’impressione che non ci sia più nessuno.

Vabbhè, il tutto per farvi tanti auguri, e condividere con tanti di voi, il sentimento comune, che ho visto riportato in molti articoli. Siamo una bella comunità, di appassionati della corsa, che però alla fine è anche una scusa, per ritrovarsi, per comunicare a distanza, per dire l’uno all’altro cosa pensiamo, chi siamo, dove corriamo……e perchè.

Un augurio di tutto cuore a tutti voi, e grazie a tutti coloro che anche solo con un 🙂 sono sempre presenti nelle mie “poche” corse. LOVE!!!! :-))

P.S. Adesso sckiaccio invio, ma non sono mica sicuro che compaia!?!?!

Auguri di Buon Natale!!

Questo per me è il primo Natale che “passo” con tutti voi e volevo ringraziarvi dei tanti consigli, degli incoraggiamenti, delle risate, delle playlist, della condivione di momenti belli e dei momenti brutti…
……………………..GRAZIE……………………………………

Problemi di trasmissione

Abbiamo qualche problemino, datemi qualche decina di minuti per capire e rimediare.

Playlist per sviluppare velocità e resistenza

Eccomi di nuovo a voi con un’altra playlist che si può utilizzare per sviluppare insieme velocità e resistenza. La sua durata totale è di 40 minuti.

E’ un alternanza di 4 ripetute da 3 minuti ciascuna intervallate da altrettanti recuperi di pari durata. Il programma parte con un riscaldamento di 10′ e si conclude con una fase di defaticamento di 10 minuti. Visto il breve sondaggio fatto circa i generi preferiti e vista la non raggiunta unanimità per un genere o per l’altro, ho messo dentro un po di tutto, Techno, Rap e Rock. Spero vi piaccia.

Come per la playlist precedente potrete scaricare anche questa all’indirizzo : http://www.megaupload.com/?d=7LDKM69V

Ricordatevi che una volta arrivati sul sito dovrete attendere 45″ prima che si renda disponibile il pulsante Downoload Standard per poter scaricare il file.

e speriamo che le Major non si inca@@ino troppo :-p

E’ NATOO ALESSANDRO..

Stanno benissimo sia mamma doracell che il piccolo alee..

Tanti tanti aguri a mamma dora e babbo davide..

Ecco il nostro piccolo campione..

Playlist da 50 minuti con commenti

Ciao, come vedete dal titolo del 3D ho provato a costruire una playlist con commenti, della durata di 50 minuti.
Per chi avesse voglia di ascoltarla e magari poi giudicarla può essere scaricata dal seguente link : www.megaupload.com/?d=CUHPLUZS

Prime considerazioni di fine anno

E’ passato quasi un anno da quando ho iniziato a correre. E’ passato quasi un anno da quando ho iniziato una nuova vita, senza fumo in primis, ma soprattutto riscoprendo sport che avevo abbandonato e che avevo in fondo sempre amato. Oltre ai vantaggi fisici, come la perdita di peso, ho ampliato la cerchia delle amicizie condividendo le emozioni che lo sport può regalare, e se anche tra infortuni vari ho corso solo 7 mesi, mi sono tolto qualche soddisfazione, e spero che andrà sempre meglio.
Ricordo con piacere quando ancora solo nuotavo e incontrai il mio vicino di casa Innovatel in piscina( pensate che ho scoperto poi che abitavamo in due palazzi dello stesso complesso…)

Lo vedevo spesso andare in bici, ai tempi quando ci siamo conosciuti tramite un forum, eravamo tutti e due appassionati di MTB. Lui stava facendo il corso e mi ricordo ancora che mi disse che preferiva rimanere con i piedi per terra, il nuoto non faceva per lui. E’ stato li che ho iniziato ad insinuargli un idea… e come spiega inception (GRAN FILM!!) se l’idea nidifica nel cervello e prende forma… è fatta…. Non ho detto qual’era l’idea? Beh, ovvio:
“E se non nuoti come fai a venire con me a fare triathlon?”
L’idea ha preso talmente tanto piede che l’amico ne ha fatte di garette della triplice, mentre il sottoscritto deve ancora provarci… ma il 2011 mi sembra un buon anno.. Beh poi lui deve… beh, no, niente, non posso dire niente! Sappiate solo che da quel giorno l’ho sempre visto nuotare, correre, pedalare!

Io sono riuscito a finire quei 5 lunghissimi kilometri, con tempi imbarazzanti, pensando di aver raggiunto il traguardo massimo a cui mai avrei potuto aspirare. Poi i km sono diventati 10, e purtroppo tra il dolore tibiale prima, lo stiramento all’inguine poi che mi ha fermato 3 mesi facendomi perdere tutta l’estate, siamo arrivati alla ripresa di Settembre. Nel nuoto grandi progressi nel periodo di stop corsa, dove sono arrivato a sbriciolare tutti i miei PB:
– 2500 50 Minuti ( 100 x 25 )
– 3000 61 Minuti ( 120 x 25 )
– 3500 72 Minuti ( 140 x 25 )
Nell’ottica del tri olimpico ho abbassato anche i 1500 a 28.20

Per la bici nell’estate ho macinato molti km in compagnia di mia figlia, molte volte a bordo con me nel seggiolino ( un bella city bike biammortizzata con peso complessivo a pieno carico di 100 Kg! ) Il kilometraggio più alto si è attestato intorno ai 42km.

Nel pre ripresa ho avuto il piacere di conoscere alcuni amici del forum e dei vari blog alla DJTEN, la 10KM competitiva organizzata a milano da Linus di Radio Deejay. Qui ho fatto con la famiglia la 5KM non competitiva e ne conservo un bellissimo ricordo. Per la prima volta ho fiutato anche l’aria da competizione.

Nella ripresa della corsa ho scoperto che andavo molto più veloce, e le distanze sono aumentate in modo progressivo. Adesso i 10km di allenamento non mi pesavano, erano la normale routine, fatti sempre di media in 52/53 minuti. Era ora di iscrivermi alla mia prima gara, e così fu.

The media running challenge – 10KM – La prima non si scorda mai. 10K – 49’28”.

Gli allenamenti sono continuati, ho cercato di aumentare i kilometri, sono passato dai 10K ai 14 e poi ai 16. Mi sentivo bene, stavo bene, era il momento di iscriversi alla Mezza maratona di Crema. Questa è storia recente, la mezza l’ho portata a casa, ho fatto anche un buon tempo per essere la mia prima mezza – 1:52:08

Ero iscritto anche alla mezza di Gardaland, ma le ginocchia non si sono più riprese dopo Crema, quindi ho dovuto saltarla. Mi ero abbattuto molto all’inizio, ma poi grazie anche al vostro aiuto, ho ripensato alle difficoltà passate in questi mesi, ai progressi che ho fatto, e quindi mi sono messo l’animo in pace. IO NON MOLLO, prima o poi passerà anche questa.

Ho ripreso il nuoto, sto pianificando le gare future, pianificherò meglio anche gli allenamenti, onde evitare di spararmi 300 km in due mesi dopo tre mesi di stop.. Farò con metodo e arriverò agli obiettivi prefissati. Intanto con Innovatel ci facciamo almeno un giorno insieme in vasca, e sto riprendendo la vecchia forma, ho ritrovato i 2000 in vasca e vorrei portarli a 2500 già questa settimana.

Sono fiducioso, e poi alla mia babba natale non ho ancora chiesto niente….