↓ Archivi ↓

Archive → gennaio, 2012

Prevenire la sindrome del piriforme

E’ una condizione frustrante. Definito letteralmente come un dolore al c..lo dai runner

piriforme

Di cosa hanno bisogno le ginocchia?

StefanoG, il nostro esperto di Yoga potrà dire se un esercizio del genere può essere di effettivo aiuto per chi ha problemi di ginocchia. Intanto vi posto la pagina di Runner’s World cosi vi fate un’idea su un esercizio che dovrebbe essere di aiuto

Di cosa hanno bisogno le ginocchia?

Garmin Ant Agent con Windows 7

Prendo spunto per chiedere alla maggioranza che tipo di tecnologia hardware & software utlizzate.
Premesso io AVEVO un pc Microsoft con Windows Xp e Internet Explorer o Mozilla per questo sito.
Quando uscivo con il mio bel garmin 410, correvo e al rientro a casa, inseriro la chiavetta usb Ant+ agent ed in automatico mi scaricava la corsa su Garmin Center e Garmin Connect.

Ora quel pc è morto …. pace all’anima sua !
Ho un pc muletto con installato Windows 7 “startert” e non funziona più lo scarico automatico delle corse.
Giabon nei suoi post mi diceva che anche lui ha Windows 7 ed a lui funziona lo scarico direttamente dentro Garmin Connect nell’upload.
Ieri sera ho provato ma NON mi funziona.
Ho provato anche con Chrome, ma nisba.

Se uso il computer garmin per la bici che viene collegato con cavo usb, funziona regolarmente, ma il wireless agent Ant per il 410 proprio non vuole saperne di riconoscerlo.

Forse servono impostazioni particolari ?
Voi “gaministi” come fate ? o cosa usate ?

So che ora i pc li vendono solo con Windows 7, se non mac …..come farò d’ora in poi ?

Grazie della pazienza
Simone

Manutenzione

Tra le 23.00 di oggi e le 12.00 (approssimetivamente) di domani Xlogic (il provider che ospita il nostro sitarello) ha programmato uno spostamento generale dei server.
Questo potrebbe ovviamente generare dei momenti in cui non saremo raggiungibili, temporaneamente
Quindi non vi preoccupate se qualcosa non sarà esattamente come al solito.

Corsa di Miguel Roma 22 gennaio


Un classico per i romani, anche se io sono alla prima partecipazione.

Io ci sono, Fabio anche. Chi altro?

Video motivazionale di Lori “Lolo” Jones

È secondo me incredibile come gli Stati Uniti siano popolati di queste persone che affrontano situazioni estreme nella loro vita giovanile e che trovano poi il riscatto in un’attività imprenditoriale (Steve Jobs rifiutato dai genitori e dai primi genitori adottivi), nello spettacolo (Al Pacino, abbandonato da padre e pluriripetente a scuola) o nello sport.
Lori “Lolo” Jones è una di queste.
Qui uno dei video di cui è protagonista in una campagna pubblicitaria secondo me molto ben riuscita.


P.S.: non dimentico certo che ci sono anche situazioni nelle quali dalle situazioni drammatiche purtroppo non si riesce ad uscire.

AAA cercasi staffettisti per Pescara

Il 10 di giugno di quest’anno, a Pescara, si svolgerà l’Ironman 70.3.

La gara di triathlon su percorso di mezzo ironman, ovvero di triathlon medio, si può fare anche a staffetta.
3 amici atleti che si dividono le frazioni.

Io VORREI fare la frazione di bici (90km).

Mi servirebbe qualcuno che mi faccia i 1,9km di nuoto, ed un altro che mi corra per 21,1km di mezza maratona.

Attualmente sul regolamento non leggo ancora come funziona la staffetta, e quindi non conosco i costi di iscrizione, ma l’anno scorso l’anno fatta essendoci in linea le classifiche. Quindi spero lo rifacciano anche quest’anno.

C’è qualcuno che vuole assecondare questo mio desiderio ?

Sito dell’evento: http://ironman-italy.com/it/

Visitate il mio nuovo sito

In occasione della mia partecipazione alla maratona di Londra ho messo in piedi un sito che vi invito a visitare.
ValteraLondra2012

Meb Keflezighi 8 mile Tempo

Nice 8 mile tempo at altitude in Mammoth Lakes. Nice pacing by coach Bob Larsen.

Correre d’inverno

Correre d’inverno è spesso piuttosto difficoltoso a causa del clima inclemente: è arduo uscire fuori quando la temperatura è vicina o sotto zero soprattutto la mattina subito dopo essere usciti da sotto le coperte calde, è duro dover indossare abbigliamento extra che rende goffi ed appesantisce, è duro dover passare tre quarti del proprio tempo a pensare a dove mettere i piedi per non scivolare sul ghiaccio.
Certo, una soluzione semplice c’è: correre al chiuso, magari su un tapis-roulant. Ma non tutti possono farlo e ci sono quelli come me che preferiscono sempre andare a correre all’aperto. Quindi che fare? Qui di seguito troverete qualche suggerimento su come andare fuori a correre ed avere comunque una esperienza positiva dall’averlo fatto.

Cominciamo dalle scarpe (seguiranno altri consigli).
Potreste comprare delle scarpe fatte apposta per correre sul ghiaccio o sulla neve dura senza sacrificare le vostre belle e confortevoli scarpe da corsa come queste a sinistra.

Ci sono anche delle ASICS ARCTIC che però in Italia non vengono importate.
Fortunatamente si può anche usare una soluzione più economica e fatta in casa. Ecco come:

  • prendete un paio di scarpe usate per 400 o 500 km, quindi un paio con le quali potreste correre ancora 2 o 300 km
  • andate da un ferramenta e comprate delle viti di metallo autofilettanti con testa esagonale (non quelle a testa piatta) ;
  • per me quelle che vanno meglio sono quelle di lunghezza 20 o 30 mm ma dipende dallo spessore della suola: non vorrete che la punta spunti nella scarpa, giusto? Compratene un bel po’ perché vengo via abbastanza facilmente

  • avvitate le viti alla suola della scarpa iniziando dalla punta in modo che la testa esagonale rimanga fuori: sarà la testa esagonale a dare il grip sul terreno!
  • stringete la vite fino a che la filettatura non sarà tutta dentro la suola, ripetete per 9-13 punti e voilà, avrete ottenuto delle perfette scarpe da ghiaccio! È più facile se userete un avvitatore invece che un cacciavite perché ci sarà da fare un bel po’ di pressione per far entrare le viti nelle suole.
  • ATTENZIONE ad evitare il punto dove nelle scarpe Nike o Adidas va messo l’accelerometro (il fagiolo o come cavolo lo chiamate).