↓ Archivi ↓

Archive → aprile, 2012

Runnerplus

Abbiamo ancora dei problemi, a distanza di 10 giorni ho ancora avuto delle segnalazioni quindi tento la ricostruzione ancora una volta. Pensavo di aver risolto ma evidentemente ciò che crea danni è nei contenuti che avevamo linkato/uploadato in passato.
Metterò in linea le vostre pagine in modo che possiate continuare a scaricare le corse, per il resto ci vorrà qualche giorno in più.
Segnalatemi per cortesia IMMEDIATAMENTE se si dovessero verificare nuovi episodi di malware.

Come vedete i pezzi stanno tornando, é solo una questione di tempo e tutto sarà di nuovo visibile.

Record italiano di maratona per Valeria Straneo

Appena conclusa la maratona di Rotterdam con il secondo posto assoluto ma soprattutto il nuovo record italiano di maratona in 2h 23′ 44″ per Valeria Straneo.

Adesso non vorrei essere nei tecnici della FIDAL che devono fare le convocazioni per la squadra olimpica di maratona!

Dal sito della FIDAL.

I 10 comandamenti

Durante la giornata di venerdì all’Expo della Milano Marathon qualcuno ha proiettato una diapositiva con i 10 comandamenti del runner.
Anche se non è originale, mi sembra una lista con vari spunti di riflessione che a me è piaciuta molto. Ve la ripropongo.

  1. Uscire dalla porta è spesso il passo più difficile di una corsa
  2. Tutti i runner sono uguali, alcuni sono soltanto più veloci
  3. Se fosse facile, tutti vorrebbero essere un runner
  4. Una brutta giornata da runner batte sempre una buona giornata di lavoro
  5. Alla linea di partenza, ricordati come sei fortunato a essere lì
  6. Non cercare di sorpassare i cani
  7. Parti per spaccare, preparati a uscirne a pezzi
  8. Per quanto lento, sei sempre più veloce di uno seduto sul divano
  9. Le gare non sono soltanto per chi corre veloce
  10. Non ci sono scorciatoie

Si attendono commenti.

Forerunner 310xt con fascia cardio

Ciao ragazzi,
vorrei chiedere ai possessori del Forerunner 310xt alcune impressioni sul loro gps. Premetto che il 305 mi funziona ancora bene, però sò già che alla lunga, a causa dei forellini che si trovano nella parte posteriore del Garmin, l’avviso sonoro sparirà, per l’ ossidazione dei contatti stessi. Navigando un pò in rete, avrei trovato un’offerta del 310xt con fascia cardio, a circa € 240. Che ne pensate?
A me interesserebbe soprattutto per l’interval training e per il fatto che l’apparecchio non ha nessuna apertura nè nella parte anteriore nè in quella posteriore.
Altro punto a favore, potrebbe essere la vibrazione.
Mi date qualche consiglio per un eventuale acquisto?
Grazie 1000 e buone corse!

Parigi, 15 aprile 2012. Grazie a tutti.

Così ebbe inizio.

Sono passati più di 3 anni e quasi 400 corse da quando ho mosso i “primi passi” con delle scarpette da running ai piedi.
Dopo 16 anni di sigarette avevo smesso di fumare giusto 6 mesi prima della mia prima corsa e, per necessità, con il modico peso di 107 kg, iniziai a muovermi goffo, pesante e non troppo entusiasta dell’enorme fatica che facevo ad ogni passo.
Poi sapete tutti come funziona; un passo tira l’altro, arrivano i primi benefici e le prime soddisfazioni. La fatica si trasforma in entusiasmo e ogni uscita a correre è un viaggio indimenticabile.
Nel 201o, impensabile fino al quel momento, la mia prima Mezza Maratona, a Trieste. Ricordo ancora quando, giunto al 18° km mi tremarono le gambe per aver visto il cartello dei 39 km, per coloro i quali si apprestavano a raggiungere un sogno che la mia mente riconduceva allora solo ai Super Eroi.
Da quel momento in poi sono seguite altre 7 Mezze e una Trail da 26 km. Durante una di queste il racconto di un amico mi fece pensare per la prima volta alla Maratona. Me ne parlò con un entusiasmo ed una felicità tali che mi invogliarono a farci più che un pensierino. Ed eccomi qua. 4 giorni e poche ore mi separano dall’Evento.
Eccomi qua a preparare la valigia per una capitale europea, Parigi. Eccomi qua a preparare lo zaino per la mia prima Maratona. Fino ad oggi avevo sempre evitato di andare a Parigi perchè mi ero promesso di andarci con “la donna della mia vita”… è stato più facile preparare una Maratona. Ci vado con Lei, la Corsa, una mia Passione. La Corsa, “tanto ti chiede e tanto restituisce”. Parigi ce lo meritiamo proprio.
Ed eccomi anche qua anche a scrivere questo post. Ho riflettuto un po’ per decidere se scrivere qualcosa oppure no. La timidezza di “pubblicizzare” questo mio evento e la non ricerca di protagonismo mi spingevano a partire in sordina. Dall’altro lato però, ed è per questo che scrivo, c’è la voglia di rendere partecipe di una così immensa gioia Amici più o meno virtuali con i quali condivido la stessa Passione.
Ecco questo post, quindi, per ricordare a tutti che “tutto è possibile”, che anche il sogno più inimmaginabile può diventare realtà, che la Vera Passione porta ovunque. Questo post è per ringraziare tutti Voi che più o meno direttamente siete in grado di darmi la carica necessaria ad ogni singola e pur breve corsa. Questo post è un Grazie a chi dedica tempo e sentimento a questo sito, è un Grazie a Leo che mi dispensa di consigli, alla Fusa che non ha perso occasione di seguire le mie performances e le mie influenze, alla Fusa che ci ha regalato un post sensazionale. Questo post è un grazie a AirRoby, Gambedacciaio, Conan, X-mass, Naka74, Stefanog, Stefanob, Marco, Pierantof, Netfabio, Grisù, Mavi, Doracell, PaolaB, v alter, LaFranci, Fedilele, Ucina, BrunellaC, Kobra. Con alcuni di Voi ho mangiato pizza e birra in quel di Roma, altri li conosco da 15 anni ed altri non li conosco ancora di persona, ma a volte basta anche un semplice commento o incitamento o un semplice “mi piace” per avere più energie anche quando sono finite.
Mi perdonerete se ho dimenticato qualcuno, ma dimenticherò anche ciabatte e accappatoio state tranquilli.
Torno a preparare la valigia e lo zaino, non vorrei dimenticare le mutande che ho deciso di mettere (ndr). Le emozioni che si provano in questi istanti le conoscete già e per chi non le conosce non le voglio scoprire in anticipo consigliando vivamente di farci un pensierino, niente è impossibile.
Perdonatemi se ho scritto un po’ troppo e se ho scritto in anticipo. Tra una settimana, quando tornerò, certamente vi farò un resoconto dell’esperienza vissuta. Mi sono dilungato adesso perchè di sicuro conosco quello che è stato fino ad oggi. Un bellissimo viaggio in compagnia di altrettante belle persone.
Il mio successo è già raggiunto: partire.
E se “L’importante non è quello che si prova alla fine di una corsa, ma quello che si prova durante la corsa”… bhè, sono più di 3 anni che mi diverto come un matto.
Pettorale 33235.

BUONA PASQUA, RUNNERS!

La prima donna che corse la maratona di Boston

Momenti storici impressionanti — Nel 1967, Kathrine Switzer fun la prima donna a correre la Boston marathon. Dopo aver realizzato che una donna stava correndo, l’organizzatore della gara Jock Semple andò dietro la Switzer urlando qualcosa del genere, “Porta l’inferno fuori dalla mia gara e dammi il pettorale.” ma il fidanzato della Switzer e altri runner maschi fecero scudo intoro alla Switzer durante tutta la durata della maratona. I fotografi catturarono le immagini dell’incidente che fecero notizia in giro per il mondo. Kathrine successivamente vinse la NYC marathon con il tempo di 3:07:29.

Articolo liberamente copiato, tradotto ed incollato da Facebook

Zona Cambio (magazine online gratuito di triathlon)

Ciao ragazzi, vorrei segnalarvi Zona Cambio  un magazine di triathlon che io ed un mio amico abbiamo creato esclusivamente per passione.

Il magazine è gratuito e lo sarà per sempre, basato fondamentalmente sull’aspetto simpatico e goliardico dello sport, tralasciando un po’ quello tecnico ed esaseprato (anche perchè non abbiamo nè la voglia nè la competenza)

Come vedrete la collaborazione è aperta a tutti, chiunque volesse partecipare è ben accetto.

Se gradite dargli un’occhiata potete registrarvi su www.zonacambio.com e scaricarlo con il Download (o sfogliarlo online, come preferite)

Daje sempre!

🙂

 

 

Correndo per il mondo


Visto che sono fermo ai box, l’altro ieri, costretto a casa da 39 di febbre, ho scoperto in tv una trasmissione che avevo visto una volta, ma non sapevo fosse una serie.
Su Marcopolo, ogni sera, da lunedì a venerdì alle 23,00, Roberto Giordano ci porta in giro per il mondo partecipando a varie gare e maratone.
Ieri hanno fatto vedere la maratona di Bangkok in Thailandia. Mentre l’altra sera la maratona di Stoccolma.
Stasera dovrebbe esserci una gara in Giordania.
Se può interessare ecco i prossimi eventi:

5/4/2012 h.23:05
TitoloPuntata: Giordania
Petra, una delle meraviglie del mondo, fa da sfondo ad una corsa massacrante ed il deserto di Wadi Rum mette a dura prova la resistenza degli atleti

6/4/2012 h.23:05
TitoloPuntata: Mauritius
Una gara di 80 km in mezzo alla savana africana, per scoprire le bellezze di un isola conosciuta per le sue spiagge e ancora le tradizioni e i costumi di quest’angolo di paradiso

9/4/2012 h.23:05
TitoloPuntata: Edinburgo
La citta’ piu’ turistica della Scozia accompagna i podisti, ma Edinburgo e’ anche la citta’ dei castelli e dei cimiteri dal fitto mistero. Non poteva mancare una visita al suo mistero piu’ oscuro: il lago di Loch Ness

10/4/2012 h.23:10
TitoloPuntata: Mont Saint Michel
La maratona arriva nel nord della Francia. Si parte da Cancale e si arriva a Mont Saint Michel che si staglia in mezzo al mare quando arriva l’alta marea

11/4/2012 h.23:05
TitoloPuntata: San Pietroburgo
La maratona si corre a San Pietroburgo, la citta’ degli Zar, con tutti i suoi simboli e le sue tradizioni

12/4/2012 h.23:00
TitoloPuntata: Barcellona
La Sagrada Famiglia, Il Barrio Gotico, La Rambla, il Ponte di Calatrava ed altre bellezze accompagnano i corridori nella loro fatica

Io ho una predilezione per Mont Saint Michel e la sua zona, è una vita che vorrei andare in bici, e non sono mai riuscito.
Che riesca a vederla grazie ad una maratona ….. ?

Ho visto che si può correrla anche in squadra in 2, prima frazione 19km e seconda 23km.
Qualcuno vuole venire con me il 12 maggio 2013 …ovviamente io faccio la seconda frazione, quella che arriva a Saint Michel. 😉

http://www.montsaintmichel-marathon.com/index-fr.php

Per chi non conoscesse Mont Saint Michel:
Mont_Saint_Michel_Castle_01

mont_saint_michel02

Che storia!