↓ Archivi ↓

Archive → settembre, 2012

Mezza di Torino Presente!

Mah come al solito io sono il solito ultimodecisionista; la partita di calcio del pupo (che mica è più tanto pupo ormai) è domenica alle 19 e quindi una corsetta mattutina ci può stare.

Il percorso e tutto nuovo, e speriamo bene che ci si diverta.

Niente tempo, niente agonismo, ci vado solo per fare una sgambata in attesa della StrongManRun di Rovereto della prossima settimana e non ho intenzione di rovinarmi quella bella pazziata.

Allora sono proprio solo? nessuno si aggrega? e la DJTen? nessuno ci va? c’è crisi anche li?…

 

PS io corro con l’iscrizione fatta da mio fratello…non con la fotocopia dai!!! lui ha iniziato a correre e si è iscritto, e qualche giorno fa si è fatto male ad un piede e quindi se mi cercate… il cognome e lo stesso ma il nome no…

PS2 magari oggi o domani provo ad andare a farmelo cambiare con il mio, ma senza tante insistenze.

 

Spero davvero di vedere qualcuno.

 

Ovviamente a chi serva supporto logistico mi faccia sapere

Eredita’

Per chi conosce e guarda il programma di Rai1 “L’Eredità”, stasera le cinque parole per il gioco finale sono state:
MEZZA
TV
BALLO
BATTAGLIA
NEW YORK

Da qui bisogna indovinare la parola che ha correlazione con tutte le precedenti date.

Io ho indovinato in 1 secondo ……. voi ?

Il mio primo Triathlon (Sprint di Montefiascone)

Si è conclusa la tre giorni clou della mia preparazione verso l’Elbaman73: Lunedì 126km di bici con 2000m dislivello, domenica la mezza maratona del lago di Vigo (1h33) con un 1000sl nelle acque del lago a chiudere la giornata, e Sabato con il mio debutto in una gara di Triathlon Sprint: 750m di nuoto nel lago di Bolsena, 21km di Bici tra il lungo lago e la salita a Montefiascone, un 5km di corsa (sterrata)…

Volete sapere come è andata?

Ero molto confidente nella parte di nuoto, invece la tonnara della partenza, spinte botte, calci, bevute, nonchè l’acqua nera del lago, mi hanno messo in grossa grossa difficoltà tanto , che dopo 50m di lotta sul filo 1’20″/100m, sono stato costretto a passare ultimo alla prima boa (rimango quasi 3′ senza nuotare nel panico), per poi recuperare, una volta preso un ritmo di 1’45/100m  tra la prima e la seconda boa e infine nella dirittura d’arrivo… esco dall’acqua 155°. Malissimo ma in rimonta.

Bici: T1 lentissimo, ma poi riprendo un sacco di ciclisti, le scie sono lente e devo recuperare, la straegia è questa, mi attacco ad un gruppetto, mi porto in testa a tirare, cerco collaborazione per qualche cambio, poi attacco il gruppetto successivo e così via. Saltando da un gruppo all’altro, entro in zona cambio 130°… Poche volte mi sono divertito così tanto!

Corsa: In T2 riperdo altre posizioni, ma che recupero nei primi 200m di corsa, parto a circa 4’/km  ma il caldo è asfissiante, e il ritmo cala sui 4’15 e oltre. Recupero altre 12 posizioni. Ricordo solo tanta fatica… Tempo tot. 1h20′ da migliorare!

Ve lo consiglio, anche se prepararsi serve una vita parallela.

 

 

 

Come riprendere dopo uno stop?

I pareri su Albanesi sono contrastanti e quindi qualcuno potrebbe non condividerne le conclusioni ma poichè a qualcosa devo personalmente aggrapparmi per non andare completamente in paranoia in attesa di risolvere il mio personale infortunio, posto qui il link al suo sito a partire dal quale si può essere guidati nel capire quando e come è il caso di riprendere a correre dopo un infortunio.

Come riprendere dopo uno stop

Abbastanza interessante anche se molto empririco sempre a mio parere il test per capire se si è pronti alla ripresa. Questo lo trovate qui L’infortunio – La guarigione

LA BICICLETTA

*****************************************************************************************************************

Lo so che può sembrare OT, ma visti i recenti sviluppi di questa affascinante disciplina sportiva all’interno del nostro gruppo runnerplus, ho deciso di rendere disponibile la mia esperienza a chi, come già fatto in precedenza, mi chiede consigli.
Ecco che quindi si potrebbe, invece di lasciare post singoli sparpagliati per l’etere, aprire questa rubrica dedicata a chi vuole intraprendere l’acquisto, la manutenzione, la tecnica di corsa, l’abbigliamento, gli allenamenti nonché qualsiasi dubbio di cui volesse appagarsi.
Certo è che il passaggio dalla 2 scarpette alle 2 ruote, potrebbe soddisfare le esigenze sia di chi volesse provare l’esperienza duatletica, trialetica che di utile mantenimento durante un infortunio che preclude l’attività podistica.