↓ Archivi ↓

Category → bici

The Strong Triathlon

non me dite niente, io cerco sempre di coiunvolgervi anche a nuotare e pedalare 🙂

ho “inventato” lo “Strong Triathlon”, una specie di mini-mini-triathlon a distanza dove ognuno nuota (200mt) pedala (5km) e corre (1,5km) a casa sua quando vuole (nell’arco di questa settimana) e poi mi comunica via mail i risultati

Secondo me ci possiamo fare qualche risata

Se viva qui ho messo tutte le “regole”… 🙂

http://www.stefanolacara.com/2011/10/ci-confrontiamo-sui-tempi.html

 

Ironman 70.3 Italy – 10.06.2012 Pescara

Io ci provo sempre a convicervi…

comunque vi ricordo che c’è anche la possibilità di fare la gara a staffetta, ovvero uno nuota per 1,9km, un altro pedala per 90km e l’ultimo si fa una mezzamaratona…

secondo me qui si potrebbe tirar fuori un’ottima staffetta, partecipando ad un evento davvero ben organizzato!

Tristar 34.5 Pandino

da http://ibiza130.blogspot.com/

Fine settimana movimentato in quel di Pandino.. Dal venerdì con l’acquisto scarpe nuove, alla scoperta della vicina di casa che non era la sua caldaia che stava per esplodere, nè tantomeno l’ascensore del condominio sul punto di rompersi.. ma un deficiente sui rulli che terrorizzava tutto il palazzo! Dal montaggio del tapiro fino a tarda notte, con la scoperta della rottura dei sostegni del blocco motore da parte del trasportatore.. al conseguente smontaggio, trasporto al deca, sostituzione e rimontaggio.. Dalla piscina con la figlia alla spesa per la settimana..
…Insomma non mi sono proprio annoiato diciamo…

Poi il sabato sera ho iniziato invece a preparare il necessario per gli allenamenti del giorno dopo. Avevo delle scarpe nuove da provare… una bici nuova da provare.. quindi cosa chiedere di meglio se non un minitriathlon di allenamento????
Nella mia mente si prefigura già un bel 333 di tutto rispetto, quindi perchè non provarci?

CORSA
Affronto per primo la parte debole di tutto il programma. Ho un misto di paura ed eccitazione quando infilo le nuove saucony ai piedi. E se sento male alle ginocchia? Decido di inaugurare il tapiro nuovo, di modo che lo shock della corsa sia in parte assorbito dal sistema ammortizzante del tappeto piuttosto che partire subito su asfalto. Sono pronto a fermarmi al primo segno sospetto… Parto con una velocità di 8km/h e vado man mano ad incrementare fino a raggiungere gli 11km/h, più o meno il mio passo se non ho fatto male i conti. Il tutto scorre bene, i battiti ed il fiato sono contenuti, le ginocchia sono ok, le scarpe fantastiche.. non capisco più niente, l’adrenalina vola alle stelle! Appena vedo i 3Km comparire sul display decido di fermare la corsa, meglio non esagerare subito, visto i precedenti risultati.. e visto ciò che comunque devo ancora fare… la T1 l’ho raggiunta.

Dettagli
3Km – Tempo: 18 minuti Fc media 151 Fc max 164.
Le scarpe sembrano ottime. E’ presto per poterle giudicare, dovrò uscire per strada, però invogliano il piede a spingere, ammortizzano bene e sono comode.

BICI
Scendo le scale vestito di tutto punto portandomi la bici, rischiando di uccidermi, ma apprendendo la prima regola fondamentale: Scarpe alla mano e non ai piedi sul marmo, si infilano sotto il portico!
Accendo il garmin, accendo l’ipod, mi atteggio da figo (anche se in realtà ho una fottuta paura di impiastrarmi prima di riuscire a raggiungere la strada) e poi parto. Tlack tlack.. scarpe agganciate.. pensavo peggio. Qui imparo la seconda regola fondamentale: Pedalare sui look in carbonio con le scarpette non agganciate, è come giocare alla roulette russa con 4 colpi in canna su 6… PERICOLOSISSIMO! Pedali in aggancio immediato!

Inizio a pedalare e mi sembra di non avere nemmeno una bicicletta sotto di me… non sto andando veloce… sto proprio volando.. in men che non si dica, e senza sforzo apparente, sono 31Km/h… pazzesco.. qui capisco che sono bravo a scalare i rapporti con la levettina… ma come cacchio si fa ad aumentarli???? Dopo qualche secondo di smarrimento, capisco che basta spostare la leva del freno.. geniale! Ormai sono un tuttuno con la mia Noemi, non mi sento più figo, SONO FIGO! Pedalata a bumbazza, supero ciclisti nel tragitto, chiudo i miei primi 30Km in bici da corsa in 1 ora e 4 minuti. Tenuto conto che era la mia prima volta in assoluto su una bici da corsa sono molto soddisfatto. Ho tenuto praticamente la media dei 30Km/h se tolgo quei minuti persi ai due grossi incroci dove era inevitabile che mi fermassi, sia all’andata che al ritorno. Anche la T2 è stata raggiunta!

Per chi mi chiedeva della bici, posso dire tranquillamente dire che per chi come me non era mai salito su una BDC, è eccezzionale. Non avrei potuto pretendere bici migliore, e sono convinto che sono talmente un principiante che non noterei la differenza con una bici di livello superiore. Unico neo forse risiede nei freni, i quali non mi sembravano molto reattivi e potenti.. ma mi riservo la controprova.. e cmq non servono a molto.. ahahahhaha Anche un po di formicolio ai piedi dovuto alle scarpe forse un poco strette, specialmente per me che ho la pianta larga, ma cose di poco conto.

Dettagli
30Km – 1:04:00 Vel. Max 33. Fc media 163 Fc max 171.

NUOTO
Mi cambio alla svelta, bevo mezzo litro di sali minerali e cerco di scaldarmi un poco nel tragitto che in macchina mi porta in piscina. Lo scopo è un 3000, l’ultima fatica. Purtroppo dovrò arrendermi dopo 1500 metri. Sentivo un dolore intercostale nella parte dx e non mi sembrava il caso di forzare oltre. Ero comunque soddisfatto e felice. Avevo chiuso finalmente un allenamento nella triplice! E mi sentivo bene.

Dettagli
1500 – 60×25 pull – 30:00

Oggi mi sono preso un giorno di riposo, meglio non esagerare. Il mio collega mi ha consegnato stamattina il nuovo pc aziendale, quandi anche stasera a casa avrò da fare. Da domani si ricomincia, nella speranza che le ginocchia tengano veramente!

Stay tuned!

Prime considerazioni di fine anno

E’ passato quasi un anno da quando ho iniziato a correre. E’ passato quasi un anno da quando ho iniziato una nuova vita, senza fumo in primis, ma soprattutto riscoprendo sport che avevo abbandonato e che avevo in fondo sempre amato. Oltre ai vantaggi fisici, come la perdita di peso, ho ampliato la cerchia delle amicizie condividendo le emozioni che lo sport può regalare, e se anche tra infortuni vari ho corso solo 7 mesi, mi sono tolto qualche soddisfazione, e spero che andrà sempre meglio.
Ricordo con piacere quando ancora solo nuotavo e incontrai il mio vicino di casa Innovatel in piscina( pensate che ho scoperto poi che abitavamo in due palazzi dello stesso complesso…)

Lo vedevo spesso andare in bici, ai tempi quando ci siamo conosciuti tramite un forum, eravamo tutti e due appassionati di MTB. Lui stava facendo il corso e mi ricordo ancora che mi disse che preferiva rimanere con i piedi per terra, il nuoto non faceva per lui. E’ stato li che ho iniziato ad insinuargli un idea… e come spiega inception (GRAN FILM!!) se l’idea nidifica nel cervello e prende forma… è fatta…. Non ho detto qual’era l’idea? Beh, ovvio:
“E se non nuoti come fai a venire con me a fare triathlon?”
L’idea ha preso talmente tanto piede che l’amico ne ha fatte di garette della triplice, mentre il sottoscritto deve ancora provarci… ma il 2011 mi sembra un buon anno.. Beh poi lui deve… beh, no, niente, non posso dire niente! Sappiate solo che da quel giorno l’ho sempre visto nuotare, correre, pedalare!

Io sono riuscito a finire quei 5 lunghissimi kilometri, con tempi imbarazzanti, pensando di aver raggiunto il traguardo massimo a cui mai avrei potuto aspirare. Poi i km sono diventati 10, e purtroppo tra il dolore tibiale prima, lo stiramento all’inguine poi che mi ha fermato 3 mesi facendomi perdere tutta l’estate, siamo arrivati alla ripresa di Settembre. Nel nuoto grandi progressi nel periodo di stop corsa, dove sono arrivato a sbriciolare tutti i miei PB:
– 2500 50 Minuti ( 100 x 25 )
– 3000 61 Minuti ( 120 x 25 )
– 3500 72 Minuti ( 140 x 25 )
Nell’ottica del tri olimpico ho abbassato anche i 1500 a 28.20

Per la bici nell’estate ho macinato molti km in compagnia di mia figlia, molte volte a bordo con me nel seggiolino ( un bella city bike biammortizzata con peso complessivo a pieno carico di 100 Kg! ) Il kilometraggio più alto si è attestato intorno ai 42km.

Nel pre ripresa ho avuto il piacere di conoscere alcuni amici del forum e dei vari blog alla DJTEN, la 10KM competitiva organizzata a milano da Linus di Radio Deejay. Qui ho fatto con la famiglia la 5KM non competitiva e ne conservo un bellissimo ricordo. Per la prima volta ho fiutato anche l’aria da competizione.

Nella ripresa della corsa ho scoperto che andavo molto più veloce, e le distanze sono aumentate in modo progressivo. Adesso i 10km di allenamento non mi pesavano, erano la normale routine, fatti sempre di media in 52/53 minuti. Era ora di iscrivermi alla mia prima gara, e così fu.

The media running challenge – 10KM – La prima non si scorda mai. 10K – 49’28”.

Gli allenamenti sono continuati, ho cercato di aumentare i kilometri, sono passato dai 10K ai 14 e poi ai 16. Mi sentivo bene, stavo bene, era il momento di iscriversi alla Mezza maratona di Crema. Questa è storia recente, la mezza l’ho portata a casa, ho fatto anche un buon tempo per essere la mia prima mezza – 1:52:08

Ero iscritto anche alla mezza di Gardaland, ma le ginocchia non si sono più riprese dopo Crema, quindi ho dovuto saltarla. Mi ero abbattuto molto all’inizio, ma poi grazie anche al vostro aiuto, ho ripensato alle difficoltà passate in questi mesi, ai progressi che ho fatto, e quindi mi sono messo l’animo in pace. IO NON MOLLO, prima o poi passerà anche questa.

Ho ripreso il nuoto, sto pianificando le gare future, pianificherò meglio anche gli allenamenti, onde evitare di spararmi 300 km in due mesi dopo tre mesi di stop.. Farò con metodo e arriverò agli obiettivi prefissati. Intanto con Innovatel ci facciamo almeno un giorno insieme in vasca, e sto riprendendo la vecchia forma, ho ritrovato i 2000 in vasca e vorrei portarli a 2500 già questa settimana.

Sono fiducioso, e poi alla mia babba natale non ho ancora chiesto niente….