↓ Archivi ↓

Posts Tagged → Garmin

Cambiamo la batteria al Garmin 405

Dopo qualche anno di onorato servizio il vostro Garmin potrebbe manifestare un problema, la durata della batteria si accorcia notevolmente dopo qualche centinaio di cicli di carica. A me è accaduto e, invece di sostituire il tutto, ho voluto sostituire solo la batteria.
Si trovano video in proposito sul tubo ma ho deciso comunque di farvi vedere come ho fatto a cambiare la batteria del mio 405. L’ operazione richiede un minimo di pratica con il saldatore, un po’ di dimestichezza nello smontare e rimontare oggetti, un po’ di pazienza e l’ equipaggiamento corretto.

Cosa vi servirà se vorrete fare quest’ operazione:
un cacciavite Torx T5
Un saldatore – meglio una stazioncina saldante – con una punta abbastanza sottile.
Volendo, un accessorio sottile di materiale plastico per aprire la scocca, gli utensili per aprire i telefonini sono perfetti. Altrimenti le unghie.
Per il connettore della batteria delle pinzette a punta fine.

Prima di tutto direi, mettetevi comodi e organizzate lo spazio di lavoro. Io ho completamente sganciato il cinturino, avendo quello in velcro, per chi abbia invece quello originale in resina si può smontare le due parti, o legarle con un elastico in modo che non vi diano fastidio durante le operazioni di smontaggio e rimontaggio.

Sul fondo del Garmin trovate 6 viti Torx, io le ho svitate con un T5 (forse è un T6), tutte le viti hanno un piccolo o-ring, fate attenzione a non perderle ovviamente.

Ora dovete sollevare il fondo, per separarlo dalla parte principale dovrete utilizzare le unghie o qualcosa di sottile. Disincastrare il tutto non è agevolissimo, iniziate dalla parte “alta”.
Attenzione a non tirare troppo, la batteria è nella parte che state rimuovendo, e “strappare” vorrebbe dire recidere i cavetti di connessione al corpo principale.

Rimuovete il piccolo connettore bianco della batteria e scollate (c’è un po’ di biadesivo) la batteria dal fondo.

Ora separate la batteria dagli adesivi superiore e inferiore (quello inferiore è il biadesivo, attenzione).

Ora la parte che richiede un’ equipaggiamento specifico: si deve dissaldare la batteria originale dalla piccolissima scheda a cui è connessa per poi saldarci la nuova. Non è banalissimo, si deve utilizzare la cosiddetta “terza mano” per tenere ferma la batteria, facendo attenzione ad isolare i due poli, mentre si procede con le saldature.

Rimettete l’ isolante e riattaccate gli adesivi tondi sui due lati, attenzione alla parte biadesiva che andrà riposizionata sul guscio inferiore.

Rimettere il connettore bianco, non sarà l’ operazione più semplice, poi dovrete richiudere le due parti facendo attenzione a che non si creino pieghe alla guarnizione sul bordo.

Non spaventantatevi del fatto che non si accenda subito, la batteria nuova è ovviamente completamente scarica.
Riavvitate con le viti che nel frattempo non avrete perso, rimettete il cinturino, caricate la batteria (il caricatore che vedete è quello che mi sono autocostruito) e….

Andate a correre!!

Ho cercato di fare delle foto il più possibile esplicative, in alcuni casi sono leggermente mosse ma credo comunque chiare. Fra poco ne metterò a disposizione una versione a risoluzione maggiore.

That’s all Folks!!!

Peggioramenti Garmin

Ho notato solo io che negli ultimi mesi, la precisione del garmin è diventata meno affidabile? Lo dico in base a “sbarellamenti” di oltre 15″-20″/km che posso monitorare sia sul mio garmin che su quello dei miei allievi.

Ho fatto verifiche su percorsi “noti” e ho confrontato anche rispetto a misurazioni garmin effettuate dagli stessi strumenti in anni precedenti. C’entrano i Maya?

 

 

 

Telefono da sportivi


Non mi pare male come concetto e si interfaccia con i dispositivi ANT+ (garmin e adidas sono i primi che mi vengono in mente).
Chi lo azzarderà per primo come acquisto tra di noi?

Bella e completa review come spesso accade di Rainmaker
http://www.dcrainmaker.com/2011/09/hands-on-review-of-sony-ericsson-xperia.html

910xt

garmin

Il nuovo GPS Garmin è molto di più del semplice successore dell’affidabile Forerunner 310XT perché, oltre a ricalcarne le funzionalità principali, ne integra di nuove che estendono notevolmente il suo campo di azione.

Come il Garmin Forerunner 310XT, che con la sua cassa impermeabile, la modalità multisport con la gestione delle transizioni e la batteria che poteva reggere la durata di un Ironman è diventato un punto di riferimento per atleti e appassionati della disciplina, il nuovo Garmin Forerunner 910XT strizza l’occhio agli skyrunner e a chi si dedica alla corsa di lunga durata.
L’autonomia di Garmin Forerunner 910XT passa a 20 ore e integra un barometro che può indicare l’altitidine anche quando il segnale GPS viene a mancare.

Ma novità molto interessanti riguradano anche il nuoto: un indice di efficienza della bracciata in funzione di tempo e distanza può far risparmiare preziose caloria a parità di sforzo; la precisione nella rilevazione della posizione in acque libere. In questo precedente post ci eravamo occupati della precisione nel nuoto del Forerunner 310XT.

Con connettività ANT+, Garmin Forerunner 910XT supporta la connessione con FootPod, fascia cardio, sensore velocità e cadenza. Come optional è presente anche il cinturino a sgancio rapido per fissarlo al manubrio della bici durante la fase di transizione.

Informazioni Sensore Nike+ e iPhone4

Ciao, qualche giorno fa, dopo essermi iscritto al sito della nike, ho scaricato l’app sull’iphone4 e l’ho provata in strada (non correndo). Ho visto che non va poi tanto male e, pur non privandomi dell’amato forerunner, ho pensato di provarlo in qualche allenamento.

Mi ha incuriosito poi il sensore nike+ con il quale potrei registrare gli allenamenti in palestra, ed ho cercato qualche informazione in più. Ho trovato però in rete un po di informazioni piuttosto confuse e non sono riuscito a capire se il sensore funziona anche con l’iphone4 (molto parlano solo di 3GS) e se è sufficiente acquistare il sensore o serve il kit completo.

Sono sicuro che tra di voi c’è qualcuno che fa uso di queste “tecnologie” e riuscirà a darmi le opportune risposte

A proposito, qualcuno sa anche dove è possibile acquistare il sensore a Roma?

Grazie

Autocostruzione

Solo con voi posso condividere alcune cose…
Oggi vorrei correre, la borsa è pronta col cambio, dopo il lavoro si va, oggi ripetute in salita.
Tutto ok, azzzzz, garry è scarico!!!
Come faccio? Corro senza e stica**i (vero significato!)! No, quando lo faccio mi pare sempre mi manchi qualcosa e poi con le ripetute…
Ok mi organizzo! Vado in laboratorio! Vediamo cosa ne esce! Prima bisogna capire qual’ è il positivo…. Mica facile ma internet aiuta, è quello in basso, mica sarò il primo a fare una ca**ata del genere!

5V- 0.5 A….

Grazie a Roberto un collega che mi asseconda.

VAA!!!

 

Accrocco!

Satelliti Garmin

Ciao a tutti, vorrei sapere se capita anche a voi che da sabato il Garmin ( nel mio caso un 410) ci impiega più del solito ( fino a 8 minuti!!!) a collegarsi ai satelliti. Di stare li fermo ad aspettare non ne ho più voglia, e quindi le mie corse risultano tutte sballate. Grazie

Programmare i test di corsa con il Garmin

Mentre mi documentavo per dare una risposta esauriente ad un post del nostro amico Ibiza, mi sono imbattuto in una serie di documenti preparati da Garmin per programmare i nostri aggeggi da polso con i test per la corsa. I documento sono utili anche per imparare a programmare i proprio orologio per fare l’allenamento che si vuole, da semplici ripetute al test di Duchi.

Questi sono i test presenti nella lista con i relativi link ai file pdf pronti per essere letti, stampati e usati!

Coloro a cui non importa niente di imparare a programmare il GTC trovano accanto ad ogni link con la spiegazione il file già bello e pronto da caricare sull’orologio (comodo, eh?). I file sono zappati, quindi vanno decompressi.
Attenzione: i file sono compatibili con Forerunner 305 / 310XT / 405 / 405CX / 410 / 610. Per gli altri non lo so…

Programmare ripetute

Da quando possiedo il garmin 205 l’ho sempre usato nel modo ultrabasic. Accendo – start – stop – azzera.
Una volta ho anche provato a mettere il sonoro sui limiti di passo, tolto ovviamente subito perchè mi tirava matto. Bip bip bip.. ansia.
Ok, ho anche utilizzato la modalità multisport, ma anche qui non serve. Il problema che ora si presenta, è che voglio fare il runner disciplinato. Per fare il runner disciplinato seguo una tabella. Nella tabella domani sono previste le ripetute lunghe.

Dopo avervi angosciato, arrivo con il domandone. Posso programmare le ripetute? Ok, nel mio caso sono semplici, in quanto ho un 4 x 1000 recupero 500, quindi al bip del km potrei premere LAP, recuperare x 500 stando attento al garmin, ripremere LAP e sperare che dopo un altro km ( e non a 2km, quindi dopo 500mt ) il garmin rifaccia il bip.

E’ corretto il metodo? Ce n’è uno meno manuale? Tipo dovessi fare le ripetute brevi sotto il km?

Ok, sono una pippa, ma almeno vi do di che istruirmi! 🙂